Archivio | Fashion pills RSS feed for this section

Bijoux Vintage!!!

8 Lug

Questa sera ho fatto un tuffo nel passato, riaprendo un vecchio portagioie ho scoperto un piccolo tesoro dimenticato….vecchi orecchini di bigiotteria. Ho sempre amato gli orecchini, ancor più se ‘sbrilluccicosi’ e vistosi, questi sono un regalo di mio padre, risalgono alla fine degli anni ottanta,  sono in ottime condizioni e visto che sono passati ormai più di vent’anni possono ritenersi a pieno titolo dei meravigliosi BIJOUX VINTAGE! Lo stile è quello della bigiotteria creata a cavallo tra gli anni ’80 e i primi anni ’90,  periodo dell’esagerazione, dei grandi bijoux vistosi, dei tessuti laminati e della voglia di ostentare opulenza a tutti i costi, del trucco marcato, dei colori sgargianti, come il fucsia, il giallo e il blu elettrico. Che ne pensate vi piacciono? Io sono tentata dal rimetterli, semmai per un’occasione speciale, cosa ne dite?

foto (23)

foto (22)

foto (21)

foto (20)

Annunci

Sleepers, una comoda tendenza!

22 Giu

Miu-Miu-Slippers_01

Oggi parliamo delle Sleepers, una tendenza che ha ‘preso piede’ lo scorso autunno/inverno e la cui popolarità non cessa a diminuire, tanto da vederle piazzate nelle hit dei trends di questa primavera/estate. Considerate l’ibrido più chic tra le calzature flats, le Sleepers traggono il loro nome dalle pantofole da casa, sono infatti un incrocio tra pantofole e mocassini. Interpretate in vari stili, dal più classico in velluto e ricami in seta, allo stile più glam rock con borchie, strass e pallettes; in tinta unita, a righe o in stampe animaler, sembrano essere un’ottima e comoda alternativa alle intramontabili ballerine. Numerosi gli interpreti di questa tendenza, da Jeffrey Campbell a Sam Edelman, fino alle italianissime Miu Miu, Le Silla e Gianna Meliani ed alle versioni low cost della spagnola Zara e della britannica Asos. Cosa ne pensate? Voi le indossereste? e come?

http://www.jeffreycampbellshoes.com/

http://www.samedelman.com/collection/shoes/flats1/

http://store.miumiu.com/it/IT/dep/calzature/cat/pantofole

http://www.lesilla.it/index.php

http://www.glitterpink.it/it/index.asp

http://www.asos.com/it/search/pantofole?hrd=1&q=pantofole

jeffrey campbell

Jeffrey Campbell

sleeper-sam-edelman

Sam Edelman

miu

Miu Miu

375577_10151395606192030_1224465433_n

Le Silla

304209_119594758216076_2059874615_n

Gianna Meliani

943398_159452307563654_1773330920_n

Gianna Meliani

581814_140932386082313_1872816482_n

Gianna Meliani

181 Angelina-mimetico desert

181 modello Angelina mimetico desert

Made By Hand, largo alla creatività!

17 Giu

7808_10201154777292079_1482998270_n

Ancora hand made, oggi vi parlo di Francesca Iorio, giovane e poliedrica irpina ideatrice dei bracciali Made by Hand. Francesca ha iniziato a creare i suoi bracciali lo scorso gennaio, trovando il tempo tra una lezione e l’altra di Sociologia, il corso di laurea a cui è iscritta. Inizialmente le sue creazioni, prevalentemente bracciali in catena e cotone, erano destinati a se stessa ed amiche, ma lo straordinario successo riscosso ha fatto sì che le idee si moltiplicassero e con esse la voglia di farsi conoscere ad un più vasto pubblico creando sempre nuovi modelli; da qui la collaborazioni con molte fashion bloggers e vip, che hanno indossato i bracciali Made by Hand, tra queste Elena Santarelli, Selvaggia Lucarelli e prossima una collaborazione anche con Laura Chiatti. Io li trovo deliziosi, mi piace la scelta dei colori, l’abbinamento tra i diversi materiali ed ancor di più la gran voglia di fare di Francesca alla quale faccio un grosso in bocca al lupo per tutto. 😀

Voi cosa ne pensate?

https://www.facebook.com/MadeByHandCo?fref=ts

970191_10201154778212102_1308375246_n

993066_10201154779132125_801560750_n

998399_10201154777892094_660805936_n

Vademecum per un’abbronzatura in tutta sicurezza

17 Giu

0085

I casi di malattie e tumori  della pelle causati dall’esposizione al sole sono in forte aumento, è consigliabile quindi seguire delle semplici regole per non correre rischi, vediamo insieme quali!

1) La prima regola è quella di non esporsi al sole se non prima di aver cosparso il corpo con un prodotto per la protezione solare.

2) Nell’acquisto del solare preferiamo sempre prodotti di qualità ed in confezioni maxi. L’acquisto di un prodotto in una confezione piccola fa si che si tenda sempre a centellinarlo, utilizzandone così dosi non sufficienti a proteggere efficacemente. Il fattore di protezione infatti, si riferisce ad una quantità di prodotto applicato di circa 30/40 grammi per individuo adulto, quindi applicandone di meno il fattore effettivo di protezione cala in modo esponenziale, con la conseguenza che anche se la confezione indica un SPF 50 non se ne ha poi in pratica nemmeno un 4 o 6. Va inoltre considerato che il numero di SPF del prodotto solare non ostacola l’abbronzatura, nemmeno se si utilizza un SPF 50.

tintarella2

3) Nella scelta del solare bisogna sempre tener presente che non tutti i prodotti proteggono adeguatamente la pelle sia dai raggi UVB che da quelli UVA e che un prodotto che contenga filtri solari attivi solo per i raggi UVB, proteggendo dall’ustione solare, induce a far trascorrere un maggior tempo al sole, ne consegue così una maggior quantità di raggi UVA assorbita, che sebbene non provochino eritemi ed ustioni, sono responsabili del fotoinvecchiamento e dei tumori cutanei. Quindi verificate sempre sulla confezione il valore di protezione da UVA (UVA-PF) e non solo il valore SPF che invece indica la protezione dai raggi UVB.

4) Applichiamo il prodotto solare in abbondanza! Come già detto secondo calcoli di laboratorio per ottenere una protezione corrispondente al SPF e al UVA-PF, vanno applicati 2mg di prodotto per cm2, ovvero un cucchiaino da thè di crema per 2 cm di pelle, in totale all’incirca 40 gr di prodotto per un individuo adulto. Credere di acquistare un prodotto con alto SPF e non applicarlo nella quantità giusta è praticamente inutile. Inoltre il prodotto va applicato una ventina di minuti prima delle esposizioni, riapplicato regolarmente e uniformemente su tutta la superficie corporea, inclusa la testa e le orecchie, e riapplicato dopo essersi bagnati o asciugati affinchè mantenga l’effetto protettivo.

5 ) Non bisogna poi dimenticare che i filtri solari contenuti nei prodotti per la protezione solare sono sostanze che perdono stabilità, e quindi effetto, nel tempo, per questo motivo è sconsigliato riutilizzare prodotti acquistati l’anno prima se non si vuole incorrere nel rischio di scottarsi. Il prodotto, ancor peggio, potrebbe essere contaminato, si pensi infatti l’uso promiscuo che fa una famiglia del solare ed agli agenti di contaminazione con cui il prodotto viene a contatto, quali sudore e sabbia. Il PAO indicato per questo tipo di prodotto è di sei mesi, ovvero il prodotto può essere utilizzato senza rischio per la salute per sei mesi dopo il primo utilizzo. Quindi rientrare a casa dalle vacanze con un flacone di prodotto solare non esaurito, a meno che non sia piovuto tutto il tempo, è indice di una scorretta protezione dai raggi solari! 😦

6) Evitare di esporsi al sole nelle ore più calde, che vanno dalle 11 alle 15.

7) Quando non è possibile evitare l’esposizione al sole durante le ore più calde coprirsi bene indossando indumenti e proteggendo testa ed occhi con cappelli ed occhiali da sole.

8) Evitare l’esposizione diretta al sole per i neonati e per i bambini piccoli, proteggerli con solari ad elevata protezione solare, magliette e cappellini.

mamma-che-applica-la-crema-solare-sul-viso-della-figlia

9 ) Applicare i prodotti solari anche quando il cielo è coperto, le nuvole infatti lasciano passare oltre il 90% dei raggi UV.

10) Applicare il prodotto anche quando si è in acqua a nuotare, i raggi UV infatti penetrano nell’acqua,  inoltre la superficie dell’acqua riflette i raggi ultravioletti, accrescendo l’esposizione delle parti del corpo che affiorano dall’acqua.

Ultimo consiglio, come per tutto ‘ Il troppo storpia’, quindi moderazione e buon senso non devono mai mancare!

Tra gli accessori impazza il neoprene

14 Giu

pochette colette col calendula

Les Filles des Fleurs, Pochette modello Colette color calendula

Il DuPont Performance Elastomer, elastomero di sintesi, più noto al grande pubblico con il nome di neoprene, è un tessuto tecnico impermeabile all’acqua adoperato soprattutto per la realizzazione delle mute da immersione. Materiale dalle grandi performance e di elevato pregio, che raggiunge anche il prezzo di 200 euro al metro, è stato preso in prestito da molti designers di moda per la realizzazione di borse ed accessori grazie alle sue numerose virtù, esso infatti non si stropiccia, non si graffia, è impermeabile all’acqua, ma soprattutto è lavabile. Il primo brand ad utilizzarlo è stato Leghilà, della padovana Giovanna dell’Onte, che lo ha scelto per la sua Leghilà Washable Collection, tra i cui modelli spicca  la B Bag, omaggio alla leggendaria Birkin di Hermès, e successivamente per la realizzazione della MURR Bag, creata in collaborazione con i Murr, famosa coppia di fashion consultants. Altri brands ad utilizzare il neoprene per le proprie creazioni, Le Filles des Fleurs, che lo utilizza ancora per borse e pochette, e Pepitosa Bijoux che lo utilizza nella collezione P/E 2013 per numerosi modelli di orecchini.

Cosa ne pensate? Vi piace l’utilizzo del neoprene per gli accessori moda? A me tanto! 😀

http://www.leghila.com/

http://www.lafilledesfleurs.it/

http://www.pepitosa.com/

rosa_prugna_515097b76b88c_346x265

Leghilà, B Bag

butterfly bag

Leghilà, Butterfly Bag

shopper-leghila-murr-bag-bianca-e-rossa

Leghilà, Murr Bag

borsa les fille de fleur modello allure

Les Filles des Fleurs , borsa modello Allure

montpellier_amarillis_giallo_

Les Filles des Fleurs , borsa modello Montpellier colore Amarillis giallo

pochette cassis

Les Filles des Fleurs , Pochette modello Cassis

san_bart_silicon_hollywood

Les Filles des Fleurs , Pochette modello S.Barth colore Holliwood

aida

Pepitosa Bijoux, modello Aida, in neoprene e Swarovski elements®,

gilda

Pepitosa Bijoux, modello Gilda, in neoprene e Swarovski elements®

modello cleo

Pepitosa Bijoux, modello Cloe, in neoprene e Swarovski elements®

Tutti i modelli hanno una misura di h 7 cm e sono disponibili in 4 colori: smeraldo, rosa fluo, giallo fluo, blu elettrico

Danà bijoux, creazioni hand made!

4 Giu

530475_308979292551588_201722075_n

Sarà che durante i periodi di crisi l’ingegno si aguzza ed esplode la creatività, fatto sta che negli ultimi anni l’hand made sta riscuotendo un grosso successo in tutti i settori, ma soprattutto in quello dei bijoux. Così oggi ho deciso di parlarvi di un brand a me assai caro, Danà Bijoux, creato dalla campana Antonella D’Aniello, giovane designer del gioiello, laureata in Gestione ed Organizzazione dei Beni Culturali ed Ambientali. Da subito il marchio si è fatto notare conquistando l’attenzione di molti titolari di boutique, ma anche quella di molte fashion bloggers, prime fra tutte Fabrizia Siena di Fashion à porter e poi a seguire Elena Barolo, Chiara Biasi, Valentina Marzullo, Marzia Peragine, Ilaria Bianchi e tante altre. Il brand oltre ad essere specializzato nella personalizzazione di bijoux crea anche borse e pochet, ma tra i pezzi cult ci sono sicuramente maxi collar ed orecchini, in particolar modo i modelli Madras e Shine per i maxi collar ed il modello Frou Frou per gli orecchini. Quest’anno la nuova collezione si è arricchita di nuove creazioni coloratissime, tra le mie preferite la borsa in frange color rosa cipria e gli orecchini modello Preziosa, provate a dare uno sguardo!

http://facebook.com/dana.bijoux

Alcuni dei miei acquisti

shine golden luxury

Maxi collar Shine Golden Luxury

foto (4)

Orecchini modello Giglio in nero

945446_596473487049881_664066626_n 487270_596473340383229_701817069_n 574547_596466857050544_2136656571_n

Orecchini modello Giglio di colore rosso indossati dalla meravigliosa Simona, a cui va un mio ringraziamento speciale! 😀

249284_299553033494214_161042244_n foto (3)

Maxi collar modello Madras Blu, un regalo di Antonella

Le borse

397413_341861692596681_739079306_n    157068_362190047230512_1187410390_n

Alcune delle creazioni della nuova collezione Primavera/Estate 2013

935090_379717508811099_236529313_n183786_389043121211871_1829969894_n164246_377482995701217_262106858_n13879_373940662722117_712927743_n

Orecchini modello Preziosa

dana frou frou

Orecchini modello Frou Frou, i preferiti dalle bloggers!

Il packaging

936646_387429994706517_188621780_n

Dagli USA approdano in Italia gli hair ties di My Kitsch!

29 Mag

peacehands

Negli USA è già mania ed ora dalle assolate spiagge californiane approdano anche in Italia gli hair ties di My Kitsch. Cosa sono? Parlo degli elastici per capelli più trendy del momento e già diventati un must have dell’estate 2013. L’idea di Cassandra Morales, designer di My Kitsch, è quella di rendere multitasking il classico ed anonimo elastico per capelli, come? I My Kitsch possono essere usati a seconda dell’evenienza come elastico per capelli o come braccialetto alla moda. Dalla loro i  My Kitsch hanno numerose qualità, sono morbidi, non tirano e non spezzano i capelli, non hanno ganci metallici,  non lasciano l’odiato segno della coda, e le fantasie e i colori disponibili sono numerossimi, tanto da perderci la testa, tinta unita, fluo, skull, animalier, glitterati, in pizzo e tante altre altre fantasie, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Il prezzo è di sicuro un deterrente per non perderli, si aggira infatti intorno ai cinque euro per pezzo. L’unica perplessità? Il nome del brand, il termine kitsch in tedesco viene usato per definire oggetti di cattivo gusto, che sia stato scelto per esorcizzare l’eventualità di risultare kitsch? Chissà. Nonostante questo, non so voi ma io sono davvero stanca di vedere l’elastico nero al polso e credo proprio di correre al riparo con gli hair ties di My Kitsch!!!! Voi cosa ne pensate?

http://www.mykitsch.com/hair-ties/

charmhands

397421_10151619982512558_461407222_n

kitsch_kan_4__34710.1368733615.440.440

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: